Facebook Pixel
Dic 17
Lunedì

Comprare un'auto usata può essere un buon sistema per risparmiare. La forma dubitativa è d'obbligo perché "sorprese" possono sempre capitare, soprattutto se si acquista da un privato o da un rivenditore poco affidabile,e non da una concessionaria / rivenditore serio e perbene," che vendono usato garantito e selezionato". E' chiaro però che in questo secondo caso la spesa aumenta un po'. Comunque, in entrambe le circostanze, occorre fare attenzione ai documenti per l'acquisto di un'auto usata.

documenti fondamentali sono:

  • Il Certificato di Proprietà
  • Il Libretto di Circolazione
  • L'atto di vendita del veicolo (per vetture di valore inferiore ai 25.000 euro non è piu' necessario un atto notarile)
  • La certificazione dei km

Secondo la legge italiana, il trasferimento della proprietà di un'automobile da un soggetto a un altro deve essere comunicato al DTT (Dipartimento Trasporti Terrestri, ex Motorizzazione Civile) e al PRA (Pubblico Registro Automobilistico) entro 60 giorno dalla data della firma dell'atto di vendita. In particolare:

  • Il PRA si occuperà di ritirare il vecchio Certificato di Proprietà e fornire quello nuovo, indicante il nuovo proprietario. Per fare questo occorre fornire, oltre al suddetto certificato, la copia dell'atto di vendita (o di acquisto) del veicolo.
  • Il DTT aggiornerà il Libretto di Circolazione mediante l'emissione di un tagliando adesivo da applicare sul libretto stesso indicante il nuovo proprietario. Per fare questo occorre produrre al DTT: una copia del libretto di circolazione e una copia del documento d'identità dell'acquirente.

In entrambi i casi, occorreranno anche le ricevute dei pagamenti delle tasse relative ai passaggi di proprietà.

Naturalmente i documenti dovranno essere in regola e autentici. E' buona norma verificare che la targa e il telaio  presente sui documenti corrisponda sempre a quella dell'autovettura acquistata.

diffidate dai tarocattori di 4 soldi.

mimmo rossi

Home News Comprare un'auto usata